Oggi, giovedì 26 giugno, alle ore 17.30 si terrà il terzo appuntamento del primo ciclo di incontri “Parma Cultura” in Galleria Nazionale a Parma. Protagonisti saranno i Maestri Liutai di Parma Renato Scrollavezza e la figlia Elisa, che racconteranno la“Scuola Internazionale di Liuteria di Parma”. All’incontro parteciperà anche il violinista Ivan Rabaglia (solista del Trio di Parma), che eseguirà alcuni pezzi per introdurre alla diretta conoscenza degli strumenti e della loro voce.

Renato Scrollavezza

Fonte: www.tidomusica.com

La Scuola Internazionale di Liuteria di Parma ha una storia assai travagliata: fondata nel 1975 su iniziativa dell’allora presidente del Conservatorio Giorgio Paini, venne da questi affidata a Renato Scrollavezza, che ne è tuttora direttore. Nel 1992, con una decisione incomprensibile, il Ministero della Pubblica Istruzione decide di chiudere la cattedra in liuteria, lasciando quindi in balia degli eventi una scuola che in 17 anni di attività aveva richiamato studenti e ottenuto riconoscimenti da tutto il Mondo. Seguirono anni di gravi difficoltà nella organizzazione logistica dei corsi, fino a quando finalmente, nel 2006, la scuola riesce a trovare una collocazione stabile nel Castello della Musica di Noceto.

Ma l’arte della costruzione di strumenti ad arco a Parma è molto più di questo: questa tecnica artigianale ha ricoperto nel nostro territorio un’importanza centrale, che col passare del tempo è rimasta immutata.

Sebbene la liuteria sia da sempre considerata un’eccellenza di Cremona, fin dal Settecento molti dei liutai più apprezzati furono attivi a Parma, che si è sempre rivelata essere ambiente particolarmente ricco di opportunità e propizio per l’esercizio della professione. Tra i liutai che hanno operato nella nostra città ricordiamo Giovanni Battista Guadagnini, Gaetano Sgarabotto, fino ad arrivare al già citato Renato Scrollavezza (fonte: liuteria parmense).

Gaetano Sgarabotto

Fonte: www.parmatoday.it

Oggi poi esistono a Parma, oltre alla scuola internazionale, altre due associazioni legate alla liuteria: l’Associazione Liuteria Parmense e la nuova scuola di liuteria “Bottega di Parma”. Mentre la prima, fondata nel 2001 da un gruppo di ex allievi diplomati alla scuola di liuteria di Parma, si occupa principalmente di organizzare di mostre, realizzare materiale cartaceo divulgativo e organizzare stage presso liutai professionisti, la seconda è una vera e propria fucina di giovani liutai, che si rifà il più fedelmente possibile al concetto di “bottega”: un maestro che lavora con i suoi allievi.


In questo video l’arte della liuteria viene raccontata con dolcezza e semplicità dal Maestro Desiderio Quercetani, allievo di Renato Scrollavezza e padre fondatore della Bottega di Parma.

Una menzione particolare la merita l’associazione culturale parmense “Il Borgo”, che in oltre 35 anni di attività ha organizzato e promosso a Parma circa 600 iniziative, convegni e dibattiti culturali, guadagnandosi nel 1989 il “Premio alla Cultura” dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
The following two tabs change content below.
InfinitoDesign è una factory creativa italiana che sviluppa e produce tutto quanto è Progetto. Il nostro metodo di progettazione è Multidisciplinare. L'azienda riunisce creativi di diverse discipline del mondo del design, e unisce conoscenze e competenze diverse per realizzare prodotti unici e innovativi. Ideatrice del progetto e della comunicazione del brand Scorci di® Parma.

Ultimi post di InfinitoDesign (vedi tutti)